archivio notizie

Confronto sull’art. 21 della “Dichiarazione universale dei Diritti Umani e Civili delle Nazioni Unite”.

Le date della tragedia tibetana – Invasione e sopruso Cinese – Insurrezione di Lhasa capitale del Tibet
1 ottobre 2009

LA DISAVVENTURA TIBETANA

Adibuddha Amnesty International Asangha Atisha avalokiteshvara bardo bardo thodol berretti gialli bodhisattva buddha Buddha shakyamuni buddhismo buddhismo tibetano Vajrayana buddismo buddismo tibetano causa tibetana centri buddisti chakra Cina Clinton coscienza cultura tibetana dalai lama dharma dharma dramma eclettismo esistenza esoterismo etnocidio free tibet Richard Geere Himalaya free tibet gautama Gedun Tharchin geere Gelugpa Geluk pa genocidio genocidio illuminazione karma Gesche Sonam Jangchup geshe gnosi gotama governo tibetano in esilio Himalaya Hinayana illuminazione indiani insegnamento interdipendenza invasione cinese Resistenza di Lhasa Genocidio culturale karma karmapa Kundun lam rim lama tibetani lamaismo Lhasa libro tibetano dei morti Lobsang Rampa mahayana mahayana panchen lama nobili verità bardo thodol Vajrayana Maitreya mandala meditazione Milarepa misticismo monaci tibetani Nagarjuna nepal ngag rim nirvana Nobel per la pace nobili verità non violenza ottuplice sentiero Padmasambhava panchen lama karmapa lama quattro nobili verità questione tibet causa tibetana questione tibetana realizzazione rebirthing reincarnazione religioni orientali Repubblica Popolare Cinese Richard Gere rinascita risveglio Roma saggezza orientale sakyamuni Buddha dharma sangha Bardo Thodol Samantabhadra Buddhismo Roma sangha sapienza Sette anni in Tibet questione tibetana shakyamuni Shantideva siddartha gotama sincretismo Solidarietà internazionale sopruso cinese spirito spirituale spiritualità tantra tantrico tantrismo tenzin gyatso thodol Tibet trascendenza tre gioielli Tsongkhapa tulku tulku Buddhismo Roma Tulku Unione Buddisti Italiani Vajrayana Venerabile Lama tibetano Gesche Gedun Tharchin violazione diritti umani yoga yoga tantra zarathustra aetos amnesty international diritti umani, autorealizzazione, invasione di Lhasa in Tibet esercito Cina, Repubblica Popolare cinese, Insurrezione di Lhasa, tortura dei monaci tibetani, bardo bibbia budda Buddha buddhismo buddismo cambiamento conoscenza consapevolezza super coscienza cultura tibetana dalai lama dharma diritti esoterico etnocidio evoluzione filosofia genocidio gnosi gnostici gnosticismo gnostico Tenzin Gyatso dharma sangha buddha Tibet karma Dalai Lama del Tibet Tenzin Gyatzo, lamaismo bon Tibet Lhasa, mahayana massacri massacro insurrezione di Lhasa 1959 meditare mente misteri della religione misticismo monaci nirvana quattro nobili verità escatologico ontologia ontologico orientaleottuplice sentiero, sei perfezioni, inascita saggezza orientale saggi sakyamuni sangha sapienza senso nella vita, sentiero buddista, shakyamuni sincretismo società, sopruso cinese invasione, spirito spirituale spiritualità Tenzin Gyatso Ghiatzo tibet tibetani tibetano trascendente trascendenza, violazione diritti umani violenza ai tibetani, Dalai Lama del Tibet. monaci tibetani, monasteri buddhisti, centri buddisti invasione di Lhasa in Tibet esercito Cina, Repubblica Popolare cinese, Insurrezione di Lhasa, Buddhismo sentiero graduale illuminazione, budda e buddismo, filosofie orientali, dharma sangha buddha, karma, dalai lama del Tibet, Lhasa, buddismo, i tre gioielli, le sei perfezioni, buddha dharma sangha buddhismo tibetano Sangha Buddha, Budda Buddismo, Atisha, Tibet, buddhismo tibetano, Tenzin Gyatso dalai lama, mahayana, vajrayana, tantra, lamaismo, yoga, tantrismo, tantrico, scuola, istituto, lama tibetani, illuminazione, risveglio, sentiero, percorso, Roma, Italia, Budda Sakyamuni, Buddha Shakyamuni, Gotama, Gautama, buddhismo in Tibet, buddismo tibetano, Sangha Dharma Karma, Mahayana Vajrayana, Gelupa, tantra, tantrismo, Yoga, Lamaismo, sentiero di conoscenza, Consapevolezza coscienza. Dottrina cultura tibetana, Tibet Dalai Lama Tenzin Gyatso, filosofie orientali, religioni, dialogo interreligioso, destino educazione esistenza esoterico esoterismo. Filosofia orientale, filosofie orientali, illuminazione, risveglio interiore, Tibet internet, lama lamaismo Lhasa meditazione, mente consapevole, monaci nirvana, quattro nobili verità, orientale, ottuplice sentiero, religione filosofie orientali, religioni, dialogo interreligioso, religioni ricerca riflessioni rinascita saggezza saggi sapienza, scienza della mente, ricerca del senso dell’esistenza, sentiero spirito spirituale spiritualità tibetani, Panchen Lama, Karmapa. Bardo thodol, Libro tibetano dei morti, Tulku, Asangha, Nagarjuna, Maitreya, Gelugpa, Shantideva, mandala, Adibuddha, nirvana, tre gioielli, karmapa, kalachakra bodhi amida amithaba amrita anatman anuttara arhat asanga ashoka ananda avalokiteshvara ashvaghosha aura avatar avatara bardo, discorso di benares, bhikshu, bhavachakra, mantra bodh-gaya bodhisattva bodhidarma bonzo buddhaghosha buddhi sutra chakra canone palli, sanscrito, chenresi deva dharmachakra svastica mudra dharma dharmapala dhyanibuddha dukka gelugpa gautama gandhara gotama siddharta hatha yoga hinayana illuminazione jnana kadampa kagyupa kalachakra karma karuna kundalini lamaismo lamrim lhasa lama loto madhyamika mahabody mahayana maitreya mahinda maitri mala mandala manjushri mantra mantrayana mara manushibuddha marpa milarepa moksha mudra muni nagarjuna nagasena naropa nembutsu nichiren nichirenshu nidana nikaya nirvana nivarana nyingmapa, om aum, om mani padme hum, oriente orientale, ottuplice sentiero, padmasambhava padmasana, panchen lama, pali, paramita, parinirvana, pratimoksha patra potala purbu prajna prajnaparamita prana pudgala, quattro nobili verità, rahula ratnapani ratna rimpoche rinpoche sadhana sakyapa samadhi samantabhadra sambhogakaya samsara samskara sangha sangyas sarasvati sarnath satori shakti shakya shakyamuni sakyamuni shambala shantideva shaolin shariputra sharira shastra shila shiki shingon shramanera shuddhodana suddhodana siddharta siddhi shunyata skandha, soka gakkai, stupa sukhavati sugata sutra pitaka tantra tantrismo tantrayana tao tara tashilumpo thanka theravada trikaya triloka tripitaka triratna trishna tsongkhapa tulku tushita upali vairochana vajra vajrapani vajrayana vasana vashita vesak vinaya pitaka vipassana viveka vishvapani won yana yantra yashodara yasti yeshe yoga yogachara yogi yoghi zafu zazen zen, ricerca del senso dell’esistenza, filosofie orientali, significato della vita.

  • 1949
  • Proclamazione delle Repubblica Popolare Cinese. La Repubblica Popolare Cinese minaccia di “liberare il Tibet dalla tirannia del Dalai Lama” Il Tibet fa appello alle Nazioni Unite. L’Armata di Liberazione Popolare entra nel Tibet orientale.
  • 1950
  • La Cina comunista invade il Tibet centrale. Il Governo tibetano è costretto a negoziare la “liberazione pacifica” del Tibet.
  • 1951
  • Il Tibet viene incorporato nella Repubblica Popolare Cinese attraverso il patto in17 punti.
  • 1951-1954
  • Periodo di coesistenza tra il Governo Tibetano e le autorità cinesi. La Cina adotta una politica molto cauta fin quando non si è garantita il controllo militare, logistico e politico del Tibet.
  • 1954
  • Vengono portate a termine le strade che collegano la Cina al Tibet. L’India riconosce la sovranità cinese sul Tibet nel trattato “Panchshila”. La Cina dà inizio alla trasformazione politica del Tibet.
  • 1955
  • Inaugurazione del Comitato Preparatorio per la Regione Autonoma Tibetana (TAR) e lo scioglimento effettivo del Governo Tibetano.
  • 1956
  • Nel Tibet orientale, esternamente al TAR, vengono imposte “riforme democratiche”. Nel Tibet orientale inizia una rivolta anti-cinese. Il Dalai Lama in visita in India, minaccia di chiedere asilo politico.
  • 1957
  • Il presidente Mao inaugura nel TAR una politica di limitazione, incluso il differimento delle riforme e la riduzione dei quadri cinesi han, ma nel Tibet orientale continuano le “riforme democratiche” e la repressione della rivolta.
  • 1958
  • “Grande balzo in avanti”. Nel Tibet orientale è iniziata la collettivizzazione, che inasprisce la rivolta. La rivolta si diffonde nel TAR.
  • 1959
  • L’opposizione tibetana agli ordinamenti cinesi culmina con la rivolta di Lhasa e la partenza del Dalai Lama per l’India. Nelle rivolte tra il 1956 e il 1959 vengono uccisi decine di migliaia di tibetani, la maggioranza nel Tibet orientale. Dopo la rivolta, la Cina istituisce le “riforme democratiche” nel TAR e la prepressione della resistenza tibetana.
  • 1959-1962
  • Decine di migliaia di tibetani vengono imprigionati. Le “Riforme democratiche” delle istituzioni religiose porta allo spopolamento dei monasteri, all’arresto di molti monaci e al saccheggio delle proprietà traduce nell’inedia di migliaia di tibetani, specialmente di coloro che sono rinchiusi nelle prigioni. Dal 1962 circa 70.000 tibetani si sono rifugiati in Nepal e in India.
  • 1966-1976
  • Grande Rivoluziopne Culturale Proletaria. I monasteri tibetani e i monumenti religiosi vengono distrutti. La cultura tibetana viene repressa. Il caos della rivoluzione culturale cinese culmina nella rivolta anticinese di Nyemo, negli anni 1968-1969. All’inizio del periodo viene avviata la collettivizzazione, che sarà completata alla fine. La collettivazione e le preparazioni alla guerra dei cinesi creano nuove carestie tra il 1969 e il 1972.
  • 1976
  • Muore il presidente Mao.
  • 1979
  • Deng Xiaoping introduce la politica di liberalizzazione post-maoista sia in Cina che in TIbet.
  • 1979-1984
  • Dialogo sino-tibetano circa il rientro in Tibet del Dalai Lama. La liberalizzazione economica e culturale provoca il rifiorire della religione, della cultura e del nazionalismo tibetano. L’apertura delle frontiere del Tibet internazionalizza la questione tibetana.
  • 1984
  • Il CCP avvia una politica di sviluppo economico che incrementa enormemente il numero di cinesi in Tibet.
  • 1987
  • A Washington, il Dalai Lama annuncia il suo Piano di Pace in Cinque Punti. A Lhasa avvengono dimostrazioni in favore del Dalai Lama e dell’indipendenza del Tibet. Il Dalai Lama fa la proposta di Strasburgo.
  • 1987-1989
  • A Lhasa si susseguono in continuazione dimostrazioni e tumulti a sostegno dell’indipendenza tibetana.
  • 1989
  • In Tibet viene dichiarata la legge marziale, poco dopo il massacro nella piazza di Tienanmen a Pechino. Il Dalai Lama è insignito del Premio Nobel per la pace.
  • 1992
  • La Cina limita tutti gli aspetti dell’autonomia tibetana identificandoli come nazionalismo tibetano, religione e lingua comprese.
  • 1994
  • Il terzo Convegno di lavoro (Forum of Work) in Tibet promuove la politica di sviluppo economico, la colonizzazione, la restrizione dell’autonomia, la repressione della resistenza e lo sradicamento dell’influenza del Dalai Lama.
  • 1995
  • La Cina sceglie il suo Panchen Lama in opposizione alla scelta del Dalai Lama. Continua la campagna di sradicamento dell’influenza religiosa e politica del Dalai Lama.
  • 1996
  • Inizia nei monasteri una rieducazione intensiva.
  • 1997
  • Comincia una campagna contro gli aspetti della cultura tibetana identificati come ostacoli allo sviluppo.
  • 1998-2000
  • Ancora nessun significativo cambiamento.
    Le recenti scandalose pressioni (settembre 2000) del governo cinese sull’ONU per l’esclusione di Sua Santità il Dalai Lama del Tibet dal Summit per la Pace del Millennio a cui hanno partecipato circa mille leaders spirituali, offre un buon metro per la misurazione dello stato attuale delle cose.
immagini video
Bjork - Declare Independnce for Tibet - Shanghai Ngawang Sangdrol: Undying Cry for Freedom Tibet The Story Of A Tragedy
WAT vive solo grazie al supporto economico dei soci.
Donare e sostenerci è semplicissimo.
Fai una donazione!
Per iscriversi alla newsletter, lascia nome ed email qui sotto:
riceverai una email con la quale potrai confermare l'iscrizione.
Nome  
Email